Vai al contenuto

Indicativo presente (modali e irregolari)

TRASCRIZIONE

Ciao a tutte e a tutti, benvenuti in questo nuovo video. Sono Margherita e su questo canale vi aiuterò a imparare l’italiano. Se ancora non lo avete fatto, iscrivetevi al mio canale cliccando sul tasto rosso e attivate la campanella per non perdervi i nuovi video. Inoltre, sul mio sito nella sezione “BLOG” trovate la trascrizione di tutti i video e ulteriori materiali gratuiti. E ora andiamo a vedere l’argomento di oggi!

~

Nel video di oggi vedremo e studieremo insieme la coniugazione dei verbi modali e del verbo sapere. I verbi modali e il verbo sapere hanno il presente indicativo irregolare. Per verbi modali si intende il verbo volere, il verbo potere e il verbo dovere, e sono dei verbi che vengono spesso seguiti dall’infinito di un altro verbo. Molto simile ai verbi modali c’è anche il verbo sapere. Ora questi verbi, tutti questi quattro verbi hanno l’indicativo presente irregolare. Dobbiamo quindi purtroppo impararli a memoria.

Iniziamo subito a vedere il verbo volere. Il verbo volere si coniuga così: io voglio, tu vuoi, lui/lei vuole, noi vogliamo, voi volete, loro vogliono. In realtà, come vedete, la desinenza del verbo, cioè la *parte finale, è diciamo regolare, cioè segue le desinenze tradizionali. Quello che cambia qui in questo caso non è quindi la desinenza, che in questo caso appunto è regolare, ma è la radice del verbo, che, come vedete, è abbastanza differente da quella del verbo all’infinito. Vol-, la radice del verbo all’infinito diventa vogl- per la prima persona, vuo- per la seconda, vuol- per la terza, vogl- per la prima plurale e così via. Come vedete la radice del verbo cambia spesso ed è questo che rende il verbo volere irregolare perché invece le desinenze sono regolari: -o, -i, -e, -iamo, -ete, -ono.

Passiamo ora al verbo potere. Il verbo potere si coniuga in questo modo: io posso, tu puoi, lui/lei può, noi possiamo, voi potete, loro possono. Anche in questo caso la desinenza del verbo è più o meno regolare tranne che per la terza persona singolare. Quello che cambia qui è di nuovo la radice del verbo. Come vedete cambia veramente tanto di persona in persona. Anche in questo caso, quindi, bisogna imparare la coniugazione a memoria, purtroppo non c’è altro modo.

Guardiamo il terzo e ultimo verbo modale, dovere: io devo, tu devi, lui/lei deve, noi dobbiamo, voi dovete, loro devono. Di nuovo la radice del verbo è totalmente irregolare: cambia la vocale, cambiano le consonanti. Come vedete di nuovo la desinenza del verbo è più o meno regolare: -o, -i, -e, -iamo, -ete, -ono, ma la radice non è assolutamente regolare. Quindi, di nuovo bisogna imparare il verbo dovere a memoria.

Guardiamo l’ultimo, il verbo sapere. Il verbo sapere si coniuga in questo modo: io so, tu sai, lui/lei sa, noi sappiamo, voi sapete, loro sanno. Anche in questo caso, soprattutto per le prime tre persone singolari, il verbo è totalmente irregolare: io so, tu sai, lui/lei sa, noi sappiamo, voi sapete, loro sanno.

In italiano esistono abbastanza verbi irregolari, purtroppo. Altri verbi con il presente irregolare sono ad esempio andare, bere, dare, dire, fare, rimanere, riuscire, salire, scegliere, sedere, stare, tenere, uscire, venire. Ce ne sono ovviamente anche tanti tanti altri, ma ho fatto una piccola selezione e ho messo quelli più famosi, più popolari, più usati. Eventualmente, se siete curiosi e volete studiare appunto la coniugazione all’indicativo presente di questi verbi, potete tranquillamente cercarli online. Troverete la loro coniugazione senza alcun problema.

Ora volevo un attimo approfondire con voi due verbi in particolare, ovvero il verbo sapere e il verbo potere perché hanno un significato molto simile, tant’è che in inglese *possono essere tradotti allo stesso modo. Sapere normalmente significa avere l’abilità di fare una cosa. Ad esempio, so giocare a pallavolo. Io so giocare a pallavolo significa che conosco le regole, ho l’abilita, so come si gioca, riesco a giocare, sono anche brava magari. Potere invece di solito significa avere la capacità fisica o avere il permesso di fare una cosa, di fare qualcosa. Ad esempio, oggi non posso giocare a pallavolo perché mi fa male il ginocchio. Questa frase significa che io so giocare a pallavolo, ho l’abilità di giocare a pallavolo, conosco le regole, ma oggi non ho la capacità fisica di giocare a pallavolo perché mi fa male il ginocchio. Quindi, io so giocare a pallavolo, ma oggi ad esempio non posso farlo, non posso giocare perché mi fa male il ginocchio, non ho la capacità fisica per giocare a pallavolo.

Quindi, questi verbi sono molto importanti perché li usiamo spesso, li usiamo veramente tanto e questi verbi di solito sono seguiti dall’infinito, ad esempio so giocare a pallavolo, giocare è appunto l’infinito. Quindi, io so, il verbo sapere coniugato, più l’infinito dell’altro verbo, quindi so giocare oppure posso giocare. Di nuovo, posso è coniugato giocare invece il verbo all’infinito e così via.

Attenzione alla pronuncia del verbo volere, ad esempio io voglio. Voglio è un suono un po’ più duro di una semplice l, è un suono un po’ più intenso che possiamo eventualmente scrivere in questo modo: voglio /volhio/, può essere letto in questo modo: voglio /volhio/, con un suono della l un po’ più forte, un po’ più intenso perché il suono “gli” si legge appunto in questo modo, con una l un po’ più intensa. Io voglio, tu vuoi, lui/lei vuole, noi vogliamo, di nuovo questo suono, voi volete, loro vogliono, di nuovo questo suono un po’ più intenso. Ok, quindi attenzione a pronunciare questo suono in modo un po’ più intenso.

~

E quindi eccoci qua, abbiamo visto insieme la coniugazione dei verbi modali e del verbo sapere al presente indicativo. Sul mio sito nella sezione “BLOG” troverete la trascrizione di questo video e troverete anche ulteriori materiali gratuiti. In questo caso troverete una lista dei verbi irregolari più famosi e più utilizzati in italiano e troverete anche il link per appunto coniugare, per studiare la coniugazione di questi verbi. Nel blog, nel post dedicato, troverete anche qualche esercizio ulteriore che potete fare per esercitarvi. Se avete ancora delle domande o dei dubbi provate a guardare un’altra volta questo video e se i dubbi rimangono potete o commentare sotto al video per condividere le vostre perplessità con tutti quanti oppure potete contattarmi in privato sia via e-mail che su Instagram. Trovate tutti i miei contatti nella descrizione di questo video qua sotto.

~

Per questo video è tutto. Vi ricordo che sul mio sito nella sezione “BLOG” trovate la trascrizione di tutti i video e ulteriori materiali gratuiti. Potete puoi trovarmi anche su Facebook, Instagram e TikTok, vi lascio i link dei miei profili nella descrizione di questo video, sempre qua sotto. Ci vediamo nel prossimo video. A presto, ciao!

ESERCIZI E APPROFONDIMENTI

In questo documento, troverai ulteriore materiale gratuito, tra cui curiosità, esercizi e link utili per il tuo studio in autonomia!